Tour Marocco da Marrakech e deserto 8 Giorni

Tour Marocco Città imperiali e deserto 8 Giorni
maggio 25, 2017

Tour Marocco da Marrakech

T our marocco attraverso le sterili 'deserto Marrakech' di Erg Chebbi con una splendida cornice di vette dell'Alto Atlante, una visita al Lago di Ouarzazate e poi un disco molto panoramico su una strada di montagna a distanza di theRoses Valle del Dades via. Dopo un gustoso pranzo locale al Dar Tassa villaggio berbero Retreat avrete tempo di esplorare il villaggio berbero di Dades Boumalne a piedi, rilassarsi e godere di una vista impareggiabile sulle montagne dell'Atlante. Esperienza da non perdere è quello di guardare il sole che sorge dall'alto delle dune dorate, una vista spettacolare del Sahara, che le parole non possono descrivere.
Torna alla tenda per la prima colazione speciale con il popolo Touargees, poi proseguire per esplorare l'antica città santa di Rissani dal 4X4 Land Rover. Nel primo pomeriggio partenza per Tinghir, le più alte e le gole più strette nella regione sono Todra, a soli 15 km da Tinghir. Viaggiando attraverso la valle del Dades in primavera si trova la fioritura di migliaia di rose persiani - coltivato come siepi che dividono le trame. Migliaia di Kasbah sparsi lungo il fiume Dades attraverso El Kalaa Mgouna e Boumalne

Tour Marocco da Marrakech e deserto 8 Giorni

Giorno 1 : Aeroporto - Marrakech :

Trasferimento dall’aeroporto al riad , e si inizia la visita La giornata sarà dedicata ad alcune ore di visita guidata della città, soprannominata “La Perla del Sud”, fondata nel XII secolo dalla dinastia degli Almoravidi. I fondatori del Marocco hanno lasciato palazzi e giardini degni di nota. Visita delle Tombe di Saadiane, dei giardini della Menara, della Koutoubia e del palazzo di Bahia. Poi visita del souk e passeggiata tra i vicoli della città, dove gli scenari sono affascinanti. Infine visita della famosa piazza Djemaa El Fna, dove lo spettacolo é permanente: incantatori di serpenti, mangiatori di fuoco e artisti di ogni genere. Dopo Questa visita avremo la cena in Ristorante locale e Sestimazione in Riad

Giorno 2 : MARRAKECH – Alto atlante – Tichka – Kasabah ait ben hadou – Ouarzazate. :

Dopo Colazione , partenza da Marrakech in direzione Ouarzazate attraversando le montagne dell’Alto Atlante transitando per il passo Tich’n Tichka, salendo ad un’altitudine di 2260 m. Pranzo. Proseguimento per la cittadella fortificata di Ait Ben Haddou, Lo ksar è il villaggio fortificato caratteristico dell'architettura berbera. Sia il villaggio che le case sono costruite in pisé (impasto di terra cruda e paglia). La metà inferiore delle mura difensive è di terra , mentre la parte superiore è in mattoni e presenta caratteristiche decorazioni di fango. Le torri si assottigliano dal basso verso l'alto . Le finestre lunghe e sottili servono a far entrare la luce e a difendersi dagli aggressori. Per i sostenitori della bioarchitettura sono costruzioni bellissime, perché ben inserite nel paesaggio, realizzate con materiali naturali locali (la terra), e completamente riciclabili; la pioggia costituisce per questi villaggi una vera minaccia perché possono venire ridotti dalla forza degli elementi a un mucchio di fango e detriti. Dopo la visita partenza per Ouarzazate dove passeremo la notte in Riad .

Giorno 3 : Ouarzazate – Agdz – la valle del draa – Zagora :

Dopo Colazione in riad,partenza per agdz dove faremo una passeggiata nella palmerie prospicente le pendici ovest del Jebel Kissen, una montagna che alla sommità reca una serie di “bicchierini”di roccia che le valgono il nome (kissen in arabo marocchino significa infatti bicchieri).Attraverseremo il fiume Draa e e vedremo tutti i meccanismi che regolano il funzionamento di una palmerie: gli strati di colture (palme da dattero, alberi da frutta, ortaggi, cereali ed erba medica), le differenti qualità di datteri, il sistema di fecondazione delle palme, i meccanismi di irrigazione con pozzi e allagamenti di tratti di canali. Raggiungeremo il villaggio piccolo villaggio di Tamnegoulte,e visiteremo la kashba, che ospita un museo di oggetti di uso quotidiano tradizionali di questa regione. proseguiremo verso sud, ammirando maestosi panorami dove si alternano montagne dalle forme curiose, il verde intenso delle palme, antiche kashba distrutte e altre tutt’oggi abitate. Lungo la strada ci fermeremo a Tamgroute per visitare la kashba sotterranea, la piccola ma ricca biblioteca coranica ed i laboratori di ceramica verde: a Tamgroute ci sono infatti i forni dove vengono cotte le tipiche tegole verdi che ornano i tetti di tutti gli edifici religiosi del Marocco. Riprendendo la strada per Zagora dove passeremo la notte in Riad .

Giorno 4 : Zagora – Tazzarin – Alnif - Merzouga :

Dopo colazione in riad , Partenza per Merzouga , attraverso Tansikht e N'kob una zona abitata da tribù berbera Ait Atta . Occupa un oasi coperta di palme. Arriverete al palmeto di Mellal, attraversando dei bellissimi villaggi addosati a Jbel Tizouguirene. Poi, vi dirigerete ad Alnif mediante una vasta pianura rocciosa. Pranzerete a Tazzarine. Nel pomeriggio, passerete attraverso i villaggi Mesisi e di Rissani prima di raggiungere Merzouga. Proseguirete il vostro percorso verso deserto Merzouga, dove potrete fare un giro sulle dune , la cena e sistemazione in Riad.

Giorno 5 : Merzouga – Tour del deserto – nomadi e berbere del deserto :

Dopo Colazione in Riad , Partiamo per circondare l'Erg Chebbi, estensione di deserto di sabbia dove si trova la Grande Duna del Marocco di più di 250 metri di altezza, contattando tramite pista con parte dell'itinerario eseguito dall'antico Paris-Dakar, con le montagne che segnano il confine con l'Algeria sul fondo. Fermata nell'oasi di Tissardmin e continuazione verso un accampamento nomada dove conosceremo alcune abitudini e segreti della loro vita. Posteriore fermata in un punto panoramico dove poter contemplare l'insieme dell'Erg Chebbi. Fermata a Khamlia, villaggio originario di Mali, dove potremo rilassarci con un té mentre ascoltiamo un piccolo concerto di musica gnawa. Ritorno all'ostello, pranzo e si tornera al deserto .qui si lascerà la macchina in Riad e si partirà a dorso di cammello verso le dune dell’Erg Chebbi per passare un’incredibile ed indimenticabile notte in una tenda berbera dove si consumerà la cena tipica al ritmo dei tamburi e delle canzoni berbere, Touareg e delle popolazioni del sud del Marocco sotto milioni di stelle e se saremo fortunati sarà possibile vedere anche la Via Lattea. Il giorno seguente il cammelliere vi sveglierà in tempo per raggiungere la grande duna di 300 m ed ammirare l’aurora verso il confine con l’Algeria. Si tornerà con il cammello all’hotel dopo la colazione nella tenda berbera.

Giorno 6 : Merzouga – Jorf – Khettara – Gole del todra – Valle di rose :

Dopo colazione in riad , partenza per le Gole del Todrà: montagne di roccia a strapiombo sul fiume. Passeggiata tra le gole per ammirare il capolavoro della natura. Serpeggiando tra le montagne si raggiunge il Tiz-in Tiska, il silenzioso passo dal quale si domina tutto il Marocco: vallate aspre e selvagge, terrazze coltivate, In fondo a una valle piena di palmeraie e di villaggi berberi, c'è la splendida gola del Todra, una grande frattura nell'altopiano che divide l'Alto Atlante del Jebel Sarho ed è attraversata da un fiume dall'acqua cristallina. Nel punto più stretto la gola raggiunge i 300 m di altezza. Al mattino la gola è molto suggestiva perché il sole penetra nel fondo della gola e le rocce rosa assumono un'intensa tonalità ocra.partenza poi per la valle del dades un bel posto con Le kasbah perfettamente plasmate ed integrate nel paesaggio essendo realizzate con materiali naturali. Si tratta di "architetture spontanee" create dall'uomo per una sorta di energia o intuito precostituito.si Prosegue fino alla valle di rose dove passeremo la note in una bella Kasbah

Giorno 7 : Valle di rose – Skoura – Alto atlante – Marrakech :

Dopo Colazione in la Kasbah, Partenza per Skoura , è una parcella araba in terra berbera, ma fu anche un centro ebreo molto importante, con la sua antica Mellah (quartiere giudeo), con la stessa concezione di società che era presente a Tazzarine, un luogo dove le differenti popolazioni del Draa vivevano in pace ed armonia. Il suo Marabout (santuario/santo protettore), Sidi M’Bark è circondato da un grande agadir (granaio), che aveva lo scopo di proteggere il grano si, ma anche di beneficiare della vicinanza del santo, ed avere la protezione spirituale. Qui possiamo visitare una bella Kasbah e poi si prosegue per Ouarzazate é un importante polo di produzioni cinematografiche a cui deve buona parte della sua economia, vanta 2 grandi studi cinematografici. In uno (Atlas Studios) si visiteranno i set utilizzati per le riprese dei kolossal. Classificato dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità, é stato utilizzato come set naturale per le riprese di innumerevoli kolossal di carattere storico: la Bibbia, Il Gladiatore, Il Té nel deserto, Lawrence d’Arabia. SI Continua fino a Marrakech dove passeremo la note

Giorno 8 : Marrakech - Aeroporto :

Dopo Colazione in riad, Ci trasferiremo all’aeroporto per il rientro a casa.

Prenotazione ora :

captcha

Comments are closed.